Quando andiamo a caccia di offerte, un aspetto da considerare sempre è la modalità di pagamento: non tutte le persone, infatti, hanno la possibilità di metter lì a cuor leggero diverse centinaia di euro quando si rompe il frigo o l’asciugatrice o quando si deve installare il climatizzatore per rendere la casa più vivibile nella canicola estiva.

Per questo nel tempo i negozi di elettronica hanno approntato diversi metodi di pagamento, che vanno dal classico pagare a rate (a tasso zero o con un finanziamento oneroso) ad altre formule.

Tra le più ricercate c’è PagoDIL, una formula particolarmente interessante perché permette di “saltare” tanti aspetti burocratici del finanziamento tradizionale e di spalmare il pagamento su più quote senza andare incontro a costi extra.

Per chi vuole conoscerlo più da vicino, scopriamo cos’è PagoDIL e come funziona 😉

Che cos’è PagoDIL?

È un servizio di dilazione del pagamento offerto da Cofidis per consentire alle persone di pagare a rate senza interessi e senza costi aggiuntivi.

Come funziona?

Con PagoDIL l’importo viene suddiviso in piccole quote addebitate ogni mese su un conto corrente di appoggio.

Come si richiede un PagoDIL?

È molto semplice, e proprio in questa semplicità sta buona parte della sua forza: pagare con PagoDIL è facile quasi quanto fare un normale acquisto, basta andare alla cassa e chiedere – dove è disponibile – di accedere al servizio.

A quel punto basta presentare il bancomat (o Postamat, o un’altra carta di debito abilitata), la carta d’identità e il codice fiscale, e il sistema restituisce l’esito (autorizzazione o non autorizzazione) nel giro di 3 minuti al massimo.

Quali sono i vantaggi?

Essenzialmente 2, facilità di attivazione di PagoDIL e interessi zero.

Con PagoDIL non serve presentare la busta paga alla cassa ma basta esibire documenti che si portano sempre con sé, e non si va incontro a una lunga trafila prima di arrivare all’autorizzazione dell’acquisto.

Inoltre non ci sono costi extra, bensì tutto “finisce” con il pagamento (in più mensilità) dell’importo degli acquisti: no interessi, non spese per le comunicazioni tra l’istituto di credito e la persona che acquista. Niente!

Dove si può pagare con PagoDIL?

Si può fare PagoDIL solo nei momenti in cui viene proposto e solo nei negozi convenzionati: da Euronics si vede abbastanza spesso, da Trony e Unieuro un po’ meno; MediaWorld non lo propone tra i metodi di pagamento (ma questo non significa che non possa farlo in futuro) mentre online, sebbene ci sia qualche negozio che di tanto in tanto lo sponsorizza, la modalità più comune nel 2023 è ormai pagare in 3 rate con Scalapay, Klarna, Paypal e gli altri servizi che offrono questa modalità.

Altri negozi convenzionati PagoDIL sono Decathlon, Vorwerk (quella di Folletto e Bimby), Dyson, ma anche Mondo Camerette, Dorelan, Salmoiraghi & Viganò per gli occhiali o Invisalign (gli apparecchi ortodontici invisibili per allineare i denti).

Qui l’elenco in costante aggiornamento.

Aggiornamento del 25 maggio 2023: anche Bennet nel suo volantino dal 25 maggio 2023 segnala di aver messo a disposizione della clientela la possibilità di dilazionare il pagamento con PagoDIL.

Si può modificare la data di pagamento delle rate con PagoDIL?

No, non è possibile, come si spiega con nettezza – e senza margini di trattativa – nella sezione FAQ del sito Cofidis dedicato.

La scadenza della rata ed il relativo importo rimangono fissi per tutta la durata del piano di dilazione in quanto vengono i calcolati automaticamente dal tuo venditore convenzionato

https://www.pagodil.it/faq/

Cosa succede se non si paga una rata di PagoDIL?

Cofidis a quel punto applica gli interessi di mora previsti dallo specifico contratto, che variano da caso a caso.

Si possono restituire i prodotti acquistati con PagoDIL?

Sì, con le modalità previste dal Codice del Consumo.

Il rimborso viene erogato direttamente dall’esercente convenzionato (e non da Cofidis).

Quali sono le alternative a PagoDIL per pagare a rate?

Nei negozi di elettronica vediamo spesso la possibilità di pagare a rate, in genere in 10 o 20 mesi. MediaWorld al massimo si è spinta a 25 o 30 mesi in particolari situazioni, legate agli anniversari, ma la media è più bassa / breve.

I finanziamenti dei negozi di elettronica possono essere a tasso zero, oppure avere un TAEG con un valore percentuale superiore: in quel caso, significa che al prezzo del prodotto sarà applicato un extra che porterà alla determinazione dell’importo complessivo dell’acquisto.

Un’altra modalità che sta prendendo piede sempre più è quella dei pagamenti in 3 rate, senza interessi.