Anche Conad si vede a suo malgrado protagonista di una truffa di terzi a danni dei consumatori (come è successo anche ad Esselunga recentemente) che vengono raggiunti da messaggi su Whatsapp o via SMS con la promessa di buoni sconto da parte della catena per celebrare il 60mo anniversario: purtroppo non è affatto vero.

Il messaggio-truffa del 60mo anniversario Conad

Se è vero che Conad nel 2022 festeggia 60 anni di attività non è però vero che, per celebrare l’anniversario, stia regalando buoni sconto.

Attenzione quindi se avete ricevuto un messaggio di testo (SMS) o un WhatsApp che vi comunica di aver vinto dei buoni sconto; all’interno di questo messaggio ci sarà anche un link che – se cliccato – rimanda a un questionario da compilare come se avessimo effettivamente vinto i buoni sconto.

Peccato che, tra i vari dati richiesti, ci siano anche quelli della carta di credito (sempre un campanello d’allarme): una volta che questi dati arrivano in possesso di malintenzionati danno loro possibilità di utilizzare i soldi sul nostro conto corrente.

Cosa deve farci insospettire?

Prima di tutto Conad, così come le altre catene, si mette in contatto con gli utenti solo attraverso i suoi canali ufficiali; inoltre se davvero ci fosse un concorso del genere Conad ne avrebbe parlato sul suo sito e avrebbe pubblicizzato l’iniziativa cosa che, invece, non accade.

Soprattutto: MAI fidarsi dei messaggi che richiedono dati sensibili e coordinate bancarie / di carta di credito!

Avviso ufficiale di Conad sulle truffe digitali

Purtroppo le grandi catene non sono nuove a truffe di questo genere, per questo Conad sul suo sito ha pubblicato una sezione dedicata alle truffe digitali con l’indicazione delle email fraudolente da cui dobbiamo guardarci bene per evitare di essere vittime di situazioni spiacevoli.