L’estate è arrivata e la necessità di una soluzione di raffreddamento domestico efficace diventa sempre più urgente. Se non c’è il tempo “tecnico”, o scarseggiano i soldi, per installare un climatizzatore, la soluzione-ponte subito pronta e di minor impatto (sia per l’abitazione o l’ufficio, sia per le tasche) si chiama ventilatore.

Per questo nel nostro nuovo approfondimento ci concentriamo su come scegliere il miglior ventilatore in base alle esigenze specifiche, e daremo uno sguardo alle offerte 2023 di MediaWorld, Unieuro, Amazon & Co.

Tipologie di ventilatori

Anzitutto facciamo una rapida panoramica delle tipologie principali disponibili sul mercato.

Ventilatori a torre: sottili ed eleganti, offrono un flusso d’aria concentrato. Sono adatti per ambienti piccoli o medi. Sono generalmente i più silenziosi della categoria, e spesso si trovano in vendita dotati di telecomando per gestirli anche a distanza.

Ventilatori da tavolo: piccoli e portatili, questi ventilatori sono perfetti per l’uso su una scrivania o un tavolo, ma sufficienti per rinfrescare una sola persona o un’area ristretta.

Ventilatori a piantana: offrono un flusso d’aria più potente e sono adatti a rinfrescare ambienti anche piuttosto grandi. La maggior parte dei modelli ha l’altezza regolabile.

Ventilatori da soffitto: possono rinfrescare una stanza intera grazie alla loro posizione d’installazione “privilegiata”. Spesso includono un’illuminazione integrata.

Ventilatori nebulizzatori: emettono una leggera nebbia d’acqua insieme al flusso d’aria, raffreddando l’ambiente e dando una maggiore percezione immediata di fresco; in realtà aumentano l’umidità complessiva dell’ambiente, cosa che in certi contesti può rappresentare un valore aggiunto mentre in altri rischia di appesantire la situazione.

10 aspetti da considerare nella scelta del ventilatore

Ora che conosciamo le tipologie principali, passiamo agli aspetti da considerare quando si sceglie un ventilatore.

Dimensione dell’ambiente: un ventilatore da tavolo potrebbe essere sufficiente per una stanza piccola, mentre un ventilatore a piantana o da soffitto potrebbe essere necessario per spazi più ampi.

Rumore: alcuni ventilatori sono più silenziosi di altri. Se il rumore è una preoccupazione, per esempio perché si deve rinfrescare la stanza usata come ufficio durante lo smart working oppure far andare le pale di notte, è meglio orientarsi su un ventilatore a torre o un modello specificamente progettato per essere silenzioso.

Consumo energetico: un modello ad alta efficienza può costare di più in anticipo, ma permetterò di risparmiare denaro a lungo termine riducendo l’impatto sulla bolletta dell’energia elettrica.

Funzioni extra: diversi ventilatori ormai offrono funzioni aggiuntive, come telecomandi, timer, diverse velocità di ventilazione e modalità notturna.

Manutenzione: per quanto si tratti di oggetti subito pronti all’uso, facili da riporre e anche da recuperare quando torna la stagione calda, ci sono piccole manutenzioni periodiche e interventi di pulizia che è meglio fare e che possono essere più o meno facili a seconda di come è fatto il ventilatore.

Estetica: il design del ventilatore può essere molto importante se sarà un elemento visibile della casa. A ogni conto, ormai ci sono molti stili tra cui scegliere, dal moderno al classico.

Marca: sebbene ci siano alcune marche di ventilatori più famose rispetto ad altre per affidabilità o potenza, questo aspetto può diventare trascurabile per chi desidera una soluzione più alla mano, economica e “da battaglia”, a seconda del contesto in cui questo ventilatore dovrà essere utilizzato. Un ventilatore di marca, magari più costoso, e anche piuttosto potente, sulla scrivania dell’ufficio rischia di essere sprecato rispetto a un modello da pochi euro e senza brand.

Recensioni dei clienti: Leggere le recensioni di chi ha già acquistato un particolare modello può dare un’idea di cosa aspettarsi dal prodotto, rilevando sia i vantaggi sia le (eventuali) criticità per capire se sono trascurabili oppure possono avere un impatto molto negativo sull’esperienza complessiva d’uso.

Garanzia: consiglio valido per tutti i prodotti, se c’è una garanzia particolare (in aggiunta a quella che ogni venditore deve garantire a chi acquista) ci si può muovere con una ragionevole tranquillità in più.

Prezzo: resta importante considerare che un prezzo più alto non sempre significa una migliore qualità.

Guida alle offerte 2023

Passiamo ora alla guida alle offerte 2023 dei ventilatori presso MediaWorld, Unieuro, Amazon, che sono i negozi verso cui si dirige il più delle attenzioni da parte di chi cerca un ventilatore per affrontare l’estate 2023 boccheggiando un po’ meno.

MediaWorld: offre una vasta gamma di ventilatori di varie tipologie. Il catalogo 2023 include marche come Rowenta, Dyson, e De’Longhi.

Unieuro: altrettanto ben fornito, Unieuro propone ventilatori delle migliori marche, tra cui Honeywell e Vortice. Le offerte possono variare tra i negozi online e quelli fisici, quindi vale la pena di fare un po’ di ricerca sia sul web sia andando fisicamente in negozio a farsi un’idea dei modelli e dei loro punti di forza.

Amazon: senza dubbio, Amazon ha la più vasta gamma di ventilatori tra tutti i rivenditori. Qui è possibile trovare qualsiasi cosa, dai ventilatori economici (cinesi, ma non solo) fino a modelli di fascia più alta, anche se i grandissimi brand in genere ci sono poco o con una quantità di pezzi molto limitata. Come sempre, è utile leggere attentamente le recensioni degli altri clienti prima di fare un acquisto.