In inverno ci sono diversi piccoli accorgimenti che ci permettono di risparmiare sulla bolletta del riscaldamento. Tra questi sta tornando di moda nel 2022 la tenda termica.

Che cos’è la tenda termica?

Si tratta di una tenda da interno molto simile a quelle che vengono installate sulle finestre, ma nel suo caso trova la maggiore utilità quando viene posizionata in corrispondenza di un’apertura o di un telaio per porta dove la porta, però, non c’è.

La tenda termica per esempio si può mettere all’inizio di un corridoio, oppure all’ingresso di una cabina armadio, o ancora all’attacco delle scale, etc. 

Insomma: va bene per isolare dal resto tutti gli ambienti dove c’è un’apertura che non è custodita, protetta e regolata da una porta vera e propria.

Come funziona la tenda termica

Come è facile capire, infatti, una strategia molto efficace per conservare il calore della propria casa e non disperderlo è dividere i diversi ambienti che la compongono, in modo tale che l’aria riscaldata rimanga dov’è e non tenda ad andare altrove.

La tenda termica fa proprio questo, proprio come una normale porta ma con la differenza che quest’ultima è fissa, mentre l’altra si può mettere e togliere con facilità in qualsiasi momento e solo quando serve.

Tende termiche in offerta su Amazon

Su Amazon si trovano diversi tipi di tende termiche fatte in questo modo. In genere hanno un telaietto da installare davanti all’apertura nel muro interno e dotato di velcro, su cui viene poi “appiccicata” la tenda. Inoltre sono aperte a metà, per permettere comunque di passare da un ambiente a un altro con facilità quando serve. Il loro costo varia da 25 a 100 € e più.

Altri tipi di tende termiche

In realtà si parla di tende termiche anche per le più comuni tende a pannello “da finestra”.

Anche queste, infatti, creando un’intercapedine d’aria tra il vetro e l’ambiente interno rallentano la dispersione del calore da dentro a fuori (dove l’aria calda, più leggera, tende a “scappare”).

La tenda termica mitiga l’effetto “parete fredda”, che si viene a creare sui vetri delle finestre quando la differenza di temperatura dentro/fuori è più alta.

Ovviamente una tenda termica “da finestra” è tanto più efficace quanto più è pesante e le maglie del suo tessuto sono strette, quindi è fatta di materiale spesso – o addirittura “imbottito” a volte – che non lascia passare la luce né da dentro a fuori né viceversa.

L’isolamento che una tenda termica di buona qualità riesce a dare è anche rispetto ai rumori esterni, che vengono attutiti dalla presenza di uno spesso strato di tessuto.

Sia per quanto riguarda lo scambio di calore sia per i rumori, la tenda termica riesce a essere un aiuto all’isolamento, ma certo non può fungere da soluzione “a 360 gradi”: il ruolo principale in questo senso lo giocano pareti e finestre, ma non potendo intervenire rapidamente su quelli, la tenda è sicuramente un piccolo ma importante contributo.

Le tende termiche sono tali in inverno ma anche in estate, quando riescono a fornire un contributo all’abbattimento del calore ambientale schermando i raggi del sole; in questo caso il loro effetto è meno apprezzabile.

Una buona tenda termica è fatta di materiale isolante. Le più comuni sono in PET, un derivato dal petrolio che ben conosciamo per essere anche quello con cui si fanno le bottiglie “di plastica”. Poi possiamo avere tende termiche in PVC, in pile o in lana.

La tenda termica Lidl, Ikea, Leroy Merlin

Se la tenda termica per dividere gli ambienti interni di una casa si trova soprattutto su Amazon, come abbiamo visto, le tende termiche per parete fredda (finestra) si possono acquistare un po’ dappertutto, sia nei negozi di tende specializzati sia in quelli di fai-da-te e arredamento come Leroy Merlin e Ikea (e, ancora, da Amazon).

Esistono poi anche tende termiche Lidl che di tanto in tanto saltano fuori sul sito o nel volantino, e fanno furore perché con una spesa contenuta permettono di avere un beneficio sia in termini di miglioramento del comfort ambientale dentro la casa, sia un risparmio nella bolletta del riscaldamento che se è difficile da calcolare è comunque tangibile.

In conclusione

La tenda termica recupera un accorgimento del passato, rivisitandolo, per fornire alle persone un sistema economico e funzionale per limitare le dispersioni di calore e l’uso del riscaldamento.

Se fino a qualche tempo fa non se ne sentiva l’esigenza, oggi queste tende termiche tornano di moda complici i rincari delle materie prime che si riflettono sulle bollette.

Al di là della contingenza particolare, la tenda termica può essere una soluzione che, integrata in emergenza, poi entra in pianta stabile in ogni casa rendendola ancora più accogliente e funzionale.