Da inizio 2020 c’è un nuovo servizio in casa Esselunga: spesa in abbonamento, nel solco di una tradizione che vede la catena di supermercati sempre in prima linea nell’offerta di servizi ai clienti.

Pagando un forfait si ha diritto a consegne illimitate: andiamo a vedere come funziona e se ne vale la pena anche dopo che i supermercati sono tornati più facilmente accessibili e riforniti in seguito alle fasi più dure del lockdown di marzo-aprile 2020.

Che cos’è Esselunga a casa?

Per chi non lo conoscesse, Esselunga a casa è il servizio per cui si può fare la spesa online (attraverso il sito o l’app, disponibile sia per Android che per iOS) e ricevere dove si vuole, anche con consegna al piano.

Per accedere al servizio bisogna essere registrati sulla piattaforma di Esselunga, operazione che si semplifica e si velocizza se si ha già una carta Fidaty (se no, è necessario compilare una scheda con i propri dati personali).

Dopodiché si deve verificare se il CAP del domicilio desiderato è coperto dal servizio, e da lì si apre un enorme magazzino con più di 15.000 prodotti a disposizione, pronti per essere messi nel carrello (virtuale) e prenotati per la consegna, con la possibilità di scegliere giorno e ora.

Sono già tante le persone che hanno sperimentato questo servizio, contrassegnato dai camioncini gialli con il pomodoro rosso sulla fiancata; per dare ulteriore spinta a questo servizio, che già nel 2017 fatturava per circa 200 milioni di euro, Esselunga propone di volta in volta delle promozioni, come quella che oggi permette di ricevere la prima consegna gratis.

Esselunga a casa
Il banner che presenta il vantaggio della prima consegna gratuita sul sito di Esselunga a casa

Novità Esselunga: spesa in abbonamento

Per chi invece ha già provato il servizio e lo sta apprezzando tanto da poterne fruire praticamente ogni volta che serve, da alcuni mesi è arrivata una novità firmata Esselunga: spesa in abbonamento.

Il funzionamento è un po’ stile Amazon Prime: pagando periodicamente una quota fissa, si ha diritto a consegne illimitate per un certo periodo di tempo. In particolare:

  • Per 3 mesi, il costo del servizio è di 29€ pari a 9,60€ al mese
  • Per 6 mesi costa 39€ (ossia 6,50 al mese)
  • Per 12 mesi sono 59 euro, ossia 4,90€ al mese

Se diamo un valore – provando a calcolare il corrispettivo in denaro – al tempo che serve per fare la spesa in un negozio “tradizionale”, la proposta sembra interessante: con Esselunga spesa in abbonamento vuol dire non dover andare incontro al normale costo di una consegna a domicilio, che è di 7,90 euro o 6,90 € per chi spende più di 110 euro, al netto di quelle promozioni che di tanto in tanto consentono di avere la consegna gratis o scontata – in genere a 2,90 euro.

A penalizzare la proposta è la soglia minima di spesa, prevista anche per chi attiva l’abbonamento: almeno 110€ ogni volta, altrimenti si rientra nei costi che abbiamo visto sopra – ossia 6,90€ per volta.

Spesa in abbonamento Esselunga
La proposta di Esselunga, spesa in abbonamento da 10 a 5 euro al mese

Come rendere più conveniente la spesa in abbonamento Esselunga

La spesa in abbonamento con Esselunga a casa, insomma, sembra avere senso per chi mette insieme ogni mese 3 o 4 spese “importanti”, o ancora di più per quelle situazioni in cui si riesce a costruire un piccolo “gruppo d’acquisto” (per esempio con i familiari che abitano vicini, quando non nello stesso edificio, oppure mettendosi d’accordo tra condomini); diversamente si rischia di non approfittare appieno del vantaggio proposto.

Di sicuro, comunque, si tratta di una modalità particolarmente innovativa per la grande distribuzione in Italia: prenderà piede o è destinato a rimanere un esperimento con poche chance di sopravvivenza sul lungo periodo?