La carta Dedicata a te è stata uno dei protagonisti di questa estate italiana, con la sua distribuzione in fretta e furia intorno alla fine di luglio 2023 e la conseguente confusione che si è venuta a creare intorno alle sue caratteristiche e alle possibilità di utilizzo.

In un approfondimento dedicato abbiamo visto quali prodotti si possono acquistare con la carta Dedicata a te e in quali negozi è accettata (con la clamorosa assenza di Eurospin e della sua rete da 1.200+ punti vendita).

Non sono gli unici aspetti decisivi di questa misura, che ha anche altre 2 caratteristiche che possono comprometterne (o quantomeno condizionarne) il funzionamento.

Quando scade la carta Dedicata a te?

Una prima domanda che è bene porsi se si è ricevuta la carta Dedicata a te è “entro quando la si può usare?”.

Dedicata a te non ha una scadenza indicata, e in linea del tutto teorica si dovrebbe riuscire a utilizzare il Bonus Spesa che contiene anche nel 2024 o 2025 (giusto per fare qualche esempio).

L’esperienza insegna, però, che le regole possono cambiare quando cambia il Governo o ci si accorge che non ci sono coperture sufficienti per soddisfare tutte le richieste, quindi un nostro consiglio spassionato (per quanto non richiesto) è di usarla già in queste settimane per mettersi al riparo da possibili brutte sorprese.

C’è peraltro una data che incombe sulle persone che hanno ricevuto la carta Dedicata a te, ed è quella di venerdì 15 settembre 2023.

[NOVITÀ, la scadenza è stata posticipata: vai all’aggiornamento]

Entro quel giorno, infatti, è necessario aver usato almeno per una volta la carta con il Bonus Spesa, altrimenti essa si disattiverà e diventerà completamente inservibile: sarebbe come avere 382,50 € in una cassetta di sicurezza e non ricordarsi la combinazione che la apre.

Chi ha la carta Dedicata a te e ancora non l’ha usata, dunque, si prepari a farlo in questi prossimi pochi giorni.

Carta Dedicata a te è ricaricabile?

La seconda domanda è se la carta acquisti Dedicata a te sarà ricaricata dallo Stato, una volta al mese o con altra cadenza.

Tecnicamente potrebbe esserlo, dal momento che si tratta di una carta magnetica in tutto e per tutto simile a una PostePay.

Ma a quanto pare una nuova distribuzione di questo Bonus Spesa a vantaggio delle famiglie più in difficoltà non è in agenda e non succederà.

Anche in questo caso, è importante saperlo: l’ideale resta usare la carta Dedicata a te a scalare sugli acquisti consentiti mano a mano che se ne manifesta l’esigenza. Finito il credito consigliamo di conservarla in un cassetto, perché non si sa mai, ma senza fare troppo affidamento sul fatto che potrà davvero essere ricaricata, un giorno.

Evitiamo qui di affrontare un tema legato alla sostenibilità ambientale della carta Dedicata a te, perché può darsi che tutte le alternative a stampare decine di migliaia di carte magnetiche fossero più macchinose e dispendiose, ma ci auguriamo che anche questa valutazione sia stata fatta da chi di dovere.

Ricapitolando: la carta acquisti Dedicata a te deve essere usata almeno una volta prima del 15 settembre 2023 e non sarà ricaricata.

Per chi volesse recuperare le informazioni su “cosa” si può acquistare con essa e dove si può spendere, rimandiamo all’altro approfondimento dedicato.