Proseguiamo la nostra panoramica per provare a capire se – nel 2022 – fare la spesa su Amazon conviene.

Guarda anche: Comprare detersivi per la lavatrice e la lavastoviglie su Amazon conviene?

Introduzione

Tra i prodotti che finiscono più spesso nel carrello degli italiani c’è sicuramente la pasta.

Le catene della Grande Distribuzione lo sanno bene, e non passa volantino (dei supermercati) senza che ci sia almeno un tipo di pasta in offerta a prezzo scontato, in genere a meno di 1 € la confezione da 500 grammi.

La pasta, però, non è tutta uguale: c’è quella che scuoce e quella che non si cuoce mai, quella che si sfalda (anche se non dovrebbe), quella trafilata al bronzo, etc.

Non solo: con l’emergere da un lato di alcune “mode” alimentari, dall’altro di allergie e intolleranze (come la celiachia), il mercato si è arricchito di alternative come pasta senza glutine, pasta integrale, pasta di riso, pasta di soia, pasta “bio”, pasta alle lenticchie, etc.

Le caratteristiche da considerare

La partita, quindi, si gioca principalmente su questi due campi: prezzo e assortimento.

Ma non solo, perché la spesa si compone anche di distanza per raggiungere il supermercato più vicino più rifornito (specialmente di questi tempi, con i carburanti che costano più di 2 euro al litro), e del tempo necessario sia per arrivarci sia per riempire il carrello e passare alla cassa (che, si stima, in media è 45 minuti).

Il tutto senza trascurare la variabile della scadenza, che qui ha un’importanza fondamentale (che sui detersivi invece non c’è).

Il prezzo

Dal punto di vista del prezzo, Amazon è generalmente più debole rispetto alla GDO, in particolare sulla pasta più “comune”.

Da Amazon troviamo tanti tipi di pasta, ma diversi sono non disponibili (anche se i riassortimenti sono frequenti). Quella che c’è, invece, costa tra i 2 e i 4 € al kg.

Molto cara, specialmente se recuperiamo il prezzo della pasta in tanti volantini.

Ecco alcuni esempi delle offerte Amazon sulla pasta (il prezzo è quello rilevato nel momento in cui scriviamo):

Occhi di lupo Garofalo a 1,05 €

Mezze penne rigate Rummo a 1,15 €

Mafalde corte Voiello a 1,28 €

L’assortimento

Per contro, però, Amazon propone praticamente tutti i tipi di pasta: lunga, corta, rigata e liscia (e, incredibilmente, resta invenduta anche qui 😀 )

Soprattutto, gioca la sfida sulla pasta speciale: senza glutine, ai 5 cereali, ai legumi, integrale, di mais e riso, etc.

Ecco alcuni esempi (il prezzo è quello rilevato nel momento in cui scriviamo):

Spaghetti di mais e riso senza glutine Barilla a 1,29 €

Tortiglioni Barilla senza glutine a 1,29 €

Fusilli integrali La Molisana a 1,09 €

La distanza e il tempo

È qui che la distanza e il tempo fanno la differenza, perché Amazon consegna a domicilio in tutta Italia, spesso nel giro di un giorno o due. E lo fa senza costi aggiuntivi e senza minimo d’ordine per chi è abbonato ad Amazon Prime.

Inoltre riempire il carrello è molto veloce: bastano pochi click (o tap) in qualsiasi momento della giornata.

Quanta differenza con i supermercati, dove invece bisogna andare fisicamente, mettersi in coda, cercare tra gli scaffali (senza la certezza di trovare proprio quello che si desidera), svuotare il carrello alla cassa, riempirlo e scomporlo nuovamente una volta arrivati al bagagliaio della macchina.

Senza contare che ci sono formule come Iscriviti e risparmia che mettono a disposizione uno sconto extra fino al 15% mentre permettono di pianificare gli acquisti in abbonamento (e non pensarci più: le spedizioni partono in automatico a una scadenza prestabilita).

La scadenza

Un aspetto che rappresenta un po’ un’incognita è la scadenza: quando si acquista su Amazon, infatti, non c’è modo di saperla (mentre al supermercato sì), e benché in genere i prodotti confezionati (come la pasta) ce l’abbiano molto lunga, con gli acquisti di grandi quantità non è scontato che si riesca a consumare tutto in tempo.

Fare la spesa su Amazon conviene? Come risparmiare sulla pasta

Per risparmiare sulla pasta con Amazon la strategia più efficace, quindi, è:

  • Verificare la distanza del supermercato più rifornito (in base ai propri gusti / esigenze): chi vive in una zona molto fornita, in genere non avrà grande convenienza a rivolgersi ad Amazon
  • Avere l’abbonamento ad Amazon Prime, per le consegne veloci e gratuite
  • Tenere d’occhio i prezzi e seguire le offerte: con il nostro canale Telegram dedicato, ricevi una notifica sullo smartphone ogni volta che c’è un’occasione conveniente
  • Quando il prezzo è competitivo, fare un ordine di tante confezioni per rifornire la dispensa per qualche tempo
  • Valutare di attivare gli acquisti ricorrenti con Iscriviti e risparmia

Riso e colazione

Gli stessi suggerimenti valgono anche per il riso, che costa tra i 2 e i 3 euro (e chi frequenta i volantini sa che non è così conveniente: con le offerte lo si trova spesso a 2 € al kg).

Per i prodotti per la colazione c’è già qualche margine in più: sui corn flakes, ad esempio, Amazon è molto competitivo con i vari Esselunga, Bennet, Conad & Co.

Inoltre l’assortimento è molto vasto, e trattandosi di prodotti che non hanno un grandissimo mercato l’acquisto al supermercato va incontro più facilmente alla possibilità di una scadenza ravvicinata.

In conclusione

Non è semplice dire se fare la spesa su Amazon conviene, soprattutto è un discorso più o meno vero a seconda delle situazioni e dei prezzi, che vengono aggiornati con una frequenza davvero notevole.

Di sicuro pensare di riempire un carrello ogni settimana come si farebbe in un supermercato tradizionale è improponibile, visto che l’assortimento è in continua evoluzione e i prezzi possono cambiare in fretta, anche di molto (e non di rado al rialzo).

Però con le giuste cautele e attenzioni, e seguendo le varie offerte, anche Amazon può diventare un canale di acquisto credibile al pari dei volantini sottocosto e di altre iniziative. Anche per comprare la pasta, il riso, i biscotti o i corn flakes.