Per quanto si stia impegnando per ridurre al minimo questo aspetto, Amazon per alcuni resta ancora un negozio “scomodo” perché non hanno dove far consegnare i pacchi.

Il problema delle mancate consegne viene preso molto seriamente a Seattle, dal momento che provoca insoddisfazione nel cliente e aumento dei costi per l’ecommerce, e da qualche tempo alla formula degli Amazon Locker è stata abbinata anche quella dei Counter: ecco cosa sono, come funzionano e perché possono essere molto comodi.

Per chi non ha un vicino di casa particolarmente disponibile o un capufficio disposto a chiudere un occhio se ogni volta che suona il citofono dall’altra parte si sente rispondere “corriere Amazon”, quello della consegna dei pacchi può diventare un bel problema.

Proprio per questo l’ecommerce lavora di continuo alla ricerca della miglior soluzione, e al di là di alcune idee creative di non facilissima adozione (abbiamo visto Amazon farsi concedere l’accesso in casa o l’autorizzazione ad aprire la macchina, ma non tutti sono così tranquilli nel farlo) in Italia le due risposte che hanno preso di più piede si chiamano Amazon Locker e (dalla seconda metà del 2019) Amazon Counter.

In realtà per definire questi servizi di consegna “in assenza” sarebbe più corretto parlare di Amazon Hub, che è il vero nome del servizio, e quindi anche di Amazon Hub Locker e Amazon Hub Counter. La precisazione è stata però introdotta solo di recente, e nell’uso comune sono “passate” piuttosto le versioni senza Hub. In ogni caso, è importante sapere che pur in due modi diversi stiamo parlando della stessa cosa.

Amazon Locker

Amazon Locker sportello
Uno sportello aperto di Amazon Locker

I Locker (di Amazon, ma non solo) sono dei grandi “cassoni” metallici con tanti scomparti, a cui corrispondono altrettanti sportellini, e una interfaccia computerizzata con cui si può facilmente interagire (generalmente attraverso uno smartphone).

Per via delle loro caratteristiche, gli Amazon Locker possono ospitare pacchi di dimensioni fino a 42cm x 35cm x 32cm e con un peso massimo di 4.5kg: per questo la spedizione al locker può essere proposta solo per alcuni generi di prodotti.

Il vantaggio degli Amazon Locker è di essere disponibili 24/7, il che rende possibile andare a ritirare i propri pacchi praticamente in qualunque momento senza doverli aspettare, o far aspettare da qualcuno.

I locker Amazon si trovano in punti di grande passaggio, come supermercati, centri commerciali, stazioni di servizio, distributori di carburante…

Quando si decide di approfittare di un’offerta perfezionando l’acquisto, è possibile scegliere la consegna presso un Amazon Locker: basta selezionare il più comodo (per esempio quello di strada quando si torna dal lavoro).

A quel punto, Amazon consegna proprio lì e in quel momento invia una notifica con tutte le istruzioni per il ritiro. La consegna ad Amazon Locker non ha costi extra e anzi la modalità “spedizione 1 giorno” è gratuita per chi ha Amazon Prime.

Dal momento della consegna si ha tempo 3 giorni per il ritiro; se si eccede questo tempo limite, il pacco viene recuperato da Amazon senza costi extra.

È possibile usare gli Amazon Locker anche per i resi.

Amazon Counter

edicola
Un’edicola, tra gli esercizi che offrono il servizio Amazon Counter

A questa modalità di consegna, da qualche tempo Amazon ha iniziato ad associare anche la formula Amazon Counter.

Gli Amazon Counter sono generalmente dei punti vendita con orari di apertura molto estesi, come bar, tabaccherie ed edicole.

Diversamente dai Locker, I punti della rete Amazon Counter possono ricevere pacchi di dimensioni anche maggiori rispetto ai limiti 42cm x 35cm x 32cm x 4,5kg (anche se poi per ognuno ci sono dei limiti specifici).

Inoltre i Counter sono tenuti a ospitare i pacchi consegnati per 14 giorni di calendario dalla data di consegna, quindi si prestano a un ritiro anche molto “tranquillo”, quando si ha tempo.

La consegna ad Amazon Counter è gratuita, anche nella modalità “spedizione 1 giorno”, per chi ha Amazon Prime; chi non ce l’ha, invece, deve sostenere dei costi extra che vengono indicati in fase di chiusura dell’ordine.

Dopo una prima fase in cui i Counter non erano abilitati alla gestione dei resi, nel 2021 invece offrono anche questo servizio.

Avete già provato a utilizzare gli Amazon Locker, o la rete dei Counter per le vostre consegne? Raccontateci perché li avete scelti e come vi siete trovati nei commenti 😉

Tag: Amazon, Amazon Counter, Amazon Hub, Amazon Locker