Iscriviti alla nostra Newsletter!

(Privacy)

Ricevi gratis via mail una volta a settimana le migliori offerte »

Shopping nei centri commerciali, domeniche di apertura, aperture straordinarie, outlet, offerte volantino, sottocosto, acquisti online e altri consigli per gli acquisti.

Torna su
Cerca:

Chromebook in Italia da maggio 2020: ecco i primi modelli e perché possono rivoluzionare il mercato

Scritto da il 28 maggio, 2020 alle 16:47.

Dal 26 maggio 2020 Google ha aperto anche in Italia lo store ufficiale per l’acquisto di Chromebook, i computer portatili “leggeri” basati su un sistema operativo proprietario (ChromeOS) opportunamente sviluppato per avere esigenze di hardware davvero minime, aspetto che si traduce in un abbattimento dei prezzi di listino dei vari modelli.

Grazie a questa “cornice”, i Chromebook sono diventati IL computer portatile entry level per antonomasia in diversi angoli del mondo, a cominciare dagli Stati Uniti – dove ChromeOS è installato in 1 computer su 4 circolanti.

In Italia si sono già visti, ma non hanno (ancora) mai sfondato; l’accensione dello store ufficiale, unita a uno scenario che è cambiato probabilmente per sempre, potrebbe però rivelarsi un trampolino di lancio ideale per il loro sbarco in massa.

In queste ultime settimane, infatti, tra ragazzi che seguono le lezioni da casa e adulti “costretti” allo smart working, tanti di noi hanno “scoperto” o di non avere abbastanza computer in casa o di averne di non all’altezza: se fino a qualche tempo fa quello dell’ufficio poteva sopperire, ora che questo è venuto meno (per le note ragioni) tocca fare conto su quello che si ha a disposizione.

Non è un caso che i (pochi) volantini delle scorse settimane fossero tutti importati principalmente sui notebook, anche se di occasioni se ne sono viste davvero poche.

chromebook

Google arriva, forse con un po’ di ritardo (ora che il picco dell’emergenza sembra essere alle spalle e si lavora alla costruzione di una “nuova normalità”), a cercare di colmare questo vuoto con i suoi Chromebook.

Questi computer portatili hanno caratteristiche hardware sufficienti per assolvere a una serie di esigenze “base” ma particolarmente diffuse, soprattutto nel mondo scolastico: si avviano in un attimo, consumano poco (e la batteria può durare un’intera giornata, falle 8 alle 13 ore), permettono di gestire le email, prendere appunti, fare ricerche online, costruire presentazioni e documenti… Tutto quanto basta a molti utenti, tutto in cloud, tutto con – diversamente da quanto accade per i tablet – una tastiera sotto le dita.

Inoltre, aspetto non secondario, i Chromebook ambienti sicuri e facilmente controllabili dai genitori che possono stabilire dei limiti all’utilizzo da parte dei figli con l’app Family Link.

Da quando sono in grado di eseguire le applicazioni del Play Store i Chromebook hanno guadagnato ulteriori funzionalità, pur conservando la loro natura di prodotto “d’ingresso” che proprio per questo oggi può avere un appeal ancora maggiore, vista la quantità di computer che servono (per esempio all’interno della stessa famiglia) e l’esigenza di provare comunque a contenere le spese, specialmente in un momento particolarmente complesso per tanti come è questo.

Nella vetrina dedicata Google ha raccolto (per ora) 11 diversi modelli, con un prezzo di partenza che va dai 300 ai 500 euro (ad eccezione di Acer Chromebook 714, che sfora fino a 699 euro).

Il fatto che la distribuzione è stata affidata anche ad Amazon ed Euronics, e presto lo sarà anche a MediaWorld e Unieuro, potrebbe dare un’ulteriore spinta al loro arrivo in pianta stabile come interlocutori credibili e ben accettati anche sul mercato italiano; se poi tutta questa concorrenza dovesse portare a degli sconti, tanto meglio.

Ecco la lista dei primi Chromebook disponibili

Come vi sembrano? Troppo distanti dalla vostra idea di computer portatili o una possibilità che pensate di valutare con attenzione?

Consigliati per te



Iscriviti alla nostra newsletter!

Ricevi gratis, una volta a settimana, offerte e aperture dei centri commerciali!

Informativa sulla privacy