Iscriviti alla nostra Newsletter!

(Privacy)

Ricevi gratis via mail una volta a settimana le migliori offerte »

Shopping nei centri commerciali, domeniche di apertura, aperture straordinarie, outlet, offerte volantino, sottocosto, acquisti online e altri consigli per gli acquisti.

Torna su
Cerca:

Accessori per monopattini elettrici: da quelli obbligatori ai più utili, ecco 10 cose che non possono mancare!

Scritto da il 17 gennaio, 2020 alle 15:12.

Dal 1° gennaio 2020 i monopattini elettrici sono stati equiparati alle biciclette quindi possono circolare liberamente su molte strade, sulle piste ciclabili e nelle ZTL delle città senza incorrere in sanzioni.

Dopo aver visto quali sono le regole del Codice della Strada che bisogna rispettare e 5 modelli da tenere d’occhio nel 2020 per chi ne vuole acquistare uno andiamo a scoprire insieme 10 accessori che non possono mancare a chi ha un monopattino elettrico.

monopattino elettrico

Gli indispensabili

I primi due, anzi tre, ce li impone la legge: stabilendo infatti che i monopattini elettrici sono equiparati ai velocipedi, l’articolo 1 comma 75 della 160/2019 impone di dotarli allo stesso modo di luci e di dispositivi di segnalazione acustica – e per chi circola fuori città nelle ore serali, anche di giubbetto catarifrangente o bretelle.

1. Luci per monopattini elettrici

Le luci devono essere bianche o gialle all’anteriore e rosse al posteriore, dove possono essere anche sostituite da dei catadiottri. Ma è vero anche che praticamente tutti i modelli di monopattini elettrici attualmente in vendita rispettano già di default queste due prescrizioni, avendoceli integrati nella struttura.

A prescindere da questo, rendersi visibili è comunque molto importante, soprattutto in città dove per essere sicuri la luce non è mai abbastanza. In giro si trovano luci da bici che sono facilmente integrabili anche sui monopattini elettrici, come la Omeril che si installa con un apposito supporto e può essere sganciata e riagganciata tutte le volte che si vuole (per non rischiare il furto).

Questa luce è impermeabile, per circolare senza problemi anche sotto la pioggia, è LED quindi consuma pochissima energia e comunque si può facilmente ricaricare grazie alla connessione USB.

Omeril risolve anche il problema del segnalatore acustico, dato che integra un piccolo clacson da attivare in caso di necessità per indicare a chi occupa la sede stradale che si sta sopraggiungendo. Con 120 dB si riesce abbastanza a farsi sentire…

luce bici monopattino elettrico omeril clacson

2. Campanelli e sirene

A proposito di segnalatori acustici, il Codice della Strada non contiene particolari prescrizioni per chi vuole mettere un campanello sulla bici elettrica: richiede, solo, che ce ne sia uno.

Questo significa che può andar bene un modello comune, ed economico, come il Dengheng che viene indicato compatibile per Nextdrive M365 e Ninebot ES1-ES2-ES, oppure lo XLC che è dato tra gli Amazon’s Choice (ovverosia i prodotti segnalati da Amazon per il loro rapporto prezzo / prestazioni).

Ci sono anche campanelli per monopattini elettrici più evoluti, sempre in una fascia di prezzo molto bassa (intorno ai 10 euro) come lo Electric Bicycle bell di Makerfire. Ok, non brilla per originalità del nome, ma fa il suo dovere con un suono fino a 120 dB e una batteria che consente di ricaricarlo solo una volta al mese (a meno che si utilizzi molto spesso)

campanello bici elettrica

3. Giubbino o bretelle catarifrangenti

Il terzo oggetto indispensabile è un giubbetto catarifrangente ad alta visibilità, oppure le bretelle retroriflettenti, necessari “fuori dai centri abitati da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere e nelle gallerie”, come disciplinato dall’articolo 182 comma 9-bis contenuto nel Titolo V del Codice della Strada.

Anche qui, le possibilità non mancano. Anzi…

Gli utili

Oltre agli accessori richiesti dalla legge, per chi va in giro con il monopattino elettrico ci sono altri oggetti che possono essere particolarmente utili.

4. La batteria d’emergenza per monopattino elettrico

Il primo è la batteria d’emergenza, perché l’autonomia di questi oggetti non è esagerata (eufemismo) e su percorsi cittadini di media distanza, oppure che prevedono anche qualche salita, o ancora a causa del freddo, il monopattino potrebbe andare in affanno quando non lasciare a secco proprio sul più bello.

Per il suo Ninebot, per esempio, Segway ha già creato la predisposizione per un modulo aggiuntivo. Costa qualcosa, ma permette di non essere mai a corto…

batteria ninebot segway

5. Ruote e gomme di ricambio

Un altro accessorio indispensabile per chi si muove con il monopattino elettrico, se questo ha ruote con camera d’aria, sono le gomme di ricambio. Sono diverse a seconda dei modelli.

In questo caso è necessario anche dotarsi degli strumenti minimi per fare la manutenzione, che cambiano anch’essi da modello a modello.

6. Il casco

L’uso del casco in bicicletta non è obbligatorio, quindi non lo è neanche per il monopattino elettrico.

casco monopattino elettrico

fonte immagine: http://j.mp/30td6e9

Stiamo però parlando di un mezzo che può viaggiare anche in maniera costante alla velocità di 20 km all’ora, mentre normalmente in bicicletta si va un po’ più lenti (e sicuramente si fa molta più fatica 😀 ), quindi può essere utile valutare l’acquisto di un dispositivo di sicurezza per l’eventualità in cui si dovesse malauguratamente incappare in un incidente, o in un imprevisto come una frenata improvvisa in cui si perde il controllo, una buca un po’ troppo fonda o un binario del tram – il vero nemico pubblico numero 1.

L’assortimento di caschi per bici da città è vastissimo, ed è proprio su questi modelli (invece che su quelli da MTB o da corsa) che è meglio concentrarsi quando si cerca un casco per il monopattino elettrico. La cosa fondamentale è verificare che il casco sia certificato: per questo deve riportare la marcatura CE e il riferimento alla normativa EN 1078.

Dopodiché si può lasciar correre liberamente il proprio gusto davanti a vetrine sconfinate, con una spesa che può partire da 30 euro circa.

Se poi il portafogli lo permette, esistono modelli che consentono di essere ancora più sicuri, specialmente in città, perché integrano delle luci LED sul posteriore: grazie ad esse è possibile segnalare la svolta a destra o sinistra mettendo la freccia.

casco luci led

7. Borsa portaoggetti

Per chi trova lo zaino troppo ingombrante, esistono delle borse portaoggetti specifiche per i monopattini elettrici dove custodire lo smartphone, il portafogli, le chiavi, le cuffie, i guanti e altri piccoli oggetti.

In genere si tratta di borse universali, adattabili a diversi modelli, che costano una ventina di euro e in alcune versioni sono realizzate in materiale riflettente, per aumentare la visibilità, e rigido, per non rischiare che in caso di impatto con qualcosa o qualcuno tutto quanto c’è dentro si possa rompere.

borsa monopattino elettrico

8. Gancio per borsa

Uno degli usi più comuni per i monopattini elettrici è per andare al lavoro, dove magari si ha bisogno di una borsa con il notebook, i documenti, le penne e altri oggetti.

Tipicamente questa esigenza si può risolvere con un bello zaino, che ha anche il vantaggio di restare attaccato al corpo di chi lo indossa evitando sbilanciamenti; se però si preferisce avere la possibilità di agganciare una borsa (anche quella della spesa) al manubrio, esistono appositi ganci che, con una spesa di pochi euro, si possono acquistare e montare sul tubo verticale.

9. Supporto per smartphone

Ormai con il telefonino facciamo di tutto, tra cui consultare le mappe per sapere sempre dove ci troviamo. Per farlo sul monopattino elettrico è utile avere l’apposito supporto, che si monta facilmente e su cui lo smartphone si aggancia e sgancia con altrettanta semplicità e rapidità.

Di questi oggetti ce ne sono tantissimi, e si collocano praticamente tutti in una fascia di prezzo compresa tra 10 e 20 euro; in genere sono compatibili con telefonini di ogni dimensione, ma è sempre meglio verificare prima dell’acquisto che quello che piace di più sia anche compatibile con il proprio smartphone (magari qualcuno regge fino a display da 5,5″ mentre a voi serve qualcosa per 6 e oltre…).

A proposito delle cose che si possono fare con lo smartphone, naturalmente c’è anche l’ascolto della musica o dei podcast; ci sentiamo però di sconsigliarlo a chi viaggia su un monopattino elettrico: specialmente in mezzo al traffico, avere la consapevolezza dei rumori ambientali che ci circondano è un modo per avere l’attenzione necessaria a evitare il più possibile i rischi.

10. Laccio e maniglia per il trasporto del monopattino elettrico

Tra le caratteristiche che rendono il monopattino elettrico un accessorio unico per muoversi in città c’è anche il suo peso, non esagerato (siamo tra gli 8 e i 13 kg in genere), e la possibilità di ripiegarlo per portarlo sempre con sé con sufficiente praticità. Certo per riuscirci serve un “trasportino”, che può essere una borsa dedicata o, più tipicamente, un laccio con maniglia.

Da una parte gli strappi con il velcro permettono di ancorare la base al tubo verticale del manubrio, dall’altra c’è una fettuccia con presa ergonomica che consente di tenere sempre il monopattino in mano con facilità e comodità. Anche questo oggetto ha un costo veramente contenuto, intorno ai 10 euro, ma può cambiare in maniera significativa il modo di portare in giro il monopattino elettrico ovunque serve.

cintura monopattino elettrico

In conclusione

Gli accessori per i monopattini sono già tantissimi, ma ora che il settore potrebbe avere una spinta davvero decisiva dalle nuove norme potrebbero diventare ancora di più e rendere ulteriormente più gradevole l’esperienza di “girare” elettrico su due ruote in città.

Qui ne abbiamo raccolti 10, ma ce ne sono anche altri: per esempio la custodia per coprire il computer di bordo, soprattutto in caso di pioggia. Quali sono, secondo voi, gli accessori che non possono proprio mancare a chi sceglie di acquistare un monopattino elettrico? Raccontatecelo, anche in base alla vostra esperienza, nei commenti 😉

Consigliati per te



Iscriviti alla nostra newsletter!

Ricevi gratis, una volta a settimana, offerte e aperture dei centri commerciali!

Informativa sulla privacy