Iscriviti alla nostra Newsletter!

(Privacy)

Ricevi gratis via mail una volta a settimana le migliori offerte »

Shopping nei centri commerciali, domeniche di apertura, aperture straordinarie, outlet, offerte volantino, sottocosto, acquisti online e altri consigli per gli acquisti.

Torna su
Cerca:

Clicca e vai: cos’è e come funziona la spesa online di Esselunga con ritiro in negozio

Scritto da il 5 ottobre, 2018 alle 15:36.

Mercoledì 3 ottobre 2018 Esselunga ha aperto a Vimercate (MB) un nuovo punto vendita, e noi siamo andati a scoprirlo per voi. Soprattutto siamo andati a provare il servizio “Clicca e vai”, che permette di fare la spesa online e di passare solamente a ritirarla quando siamo più comodi, risparmiando un sacco di tempo.

Già, perché chi vuole risparmiare sulla spesa cerca offerte e promozioni, e noi vi aiutiamo segnalando i volantini e facendo le loro recensioni; ma c’è un altro elemento su cui si può intervenire, ed è proprio il tempo.

orologioUno dei modi per risparmiarlo è scegliere il supermercato più vicino a casa, che tra l’altro si impara a conoscere fino a sapere che la pasta si trova lì, la verdura là, la salumeria da un’altra parte, eccetera.

Oggi come oggi, però, le principali catene di supermercati stanno introducendo una serie di servizi pensati per far risparmiare tempo ai clienti, e uno dei più efficaci è sicuramente quello della spesa online.

Il perché è molto semplice: cosa c’è di più comodo e veloce di poter fare la spesa da casa, intanto che si scopre che l’olio è finito o che manca il pane? Quanto tempo si guadagna approfittando in ufficio dei cinque minuti vuoti della pausa pranzo per mettere nel carrello tutto ciò di cui abbiamo bisogno per preparare la cena?

E’ così che sono nati servizi come AuchanSpeedy, Bennet Drive, Iperdrive (di cui abbiamo già parlato), e dalla primavera 2017 anche Esselunga Clicca e vai, al momento disponibile in 4 store:

  • Varedo,
  • Abbiategrasso,
  • Milano viale Certosa,
  • Vimercate.

esselunga-clicca-e-vaiRispetto alla concorrenza, Esselunga ha dalla sua – e ci mette a disposizione – il know how costruito in anni di esperienza con Esselunga a casa, quindi un sito e un’app (iOS e Android) sviluppata apposta e continuamente ottimizzata sulla base di numerose indicazioni dei clienti.

In entrambi i casi per accedere bisogna registrarsi, inserendo dei dati personali, associando la propria carta Fidaty e inventando una password a protezione dell’account.

Una volta dentro possiamo scegliere liberamente i prodotti di cui abbiamo bisogno, anche se il catalogo sembra (e forse è) meno ricco rispetto a quello che si può trovare in negozio.

I prezzi possono essere diversi rispetto a quelli praticati in negozio, e qualche volta un pochino più alti, anche se in genere quelli del volantino vengono replicati anche dentro al sito / app.

E’ possibile creare delle liste standard, comodissime se sappiamo che in genere la nostra spesa non può prescindere da alcuni prodotti. In ogni caso si può intervenire per togliere o aggiungere quello che serve, ma almeno c’è già una base.

Dall’app possiamo anche fare la scansione del codice a barre e cercare così il prodotto di cui abbiamo bisogno, e aggiungerlo a carrello. Anche qui: abbiamo fatto una prova, l’assortimento non è esagerato e qualche prodotto (specialmente tra i meno comuni) così non lo si trova.

app-esselungaCompletato il carrello si sceglie un orario di ritiro tra quelli disponibili: può essere nella giornata in corso, ma in questo caso devono passare almeno due ore dalla chiusura della spesa al primo momento utile per il ritiro, oppure in uno dei tre giorni successivi.

Esselunga mette a disposizione degli slot orari, ma in alcuni casi possono esserci delle limitazioni dovute ai tempi di preparazione dei prodotti (per fare un esempio, non sempre si può avere il pane fresco nelle ore mattutine: questa situazione viene segnalata con una L se lo abbiamo messo a carrello).

Dopodiché si paga, anche se il prezzo effettivo verrà calcolato (e addebitato) al ritiro della spesa: possono infatti esserci delle differenze, comunque contenute, dovute principalmente al peso dei freschi.

Rispetto ai pagamenti, aggiungiamo due cose molto importanti: la prima è che il servizio Clicca e vai è gratuito; la seconda è che non esiste una soglia minima di spesa, quindi tecnicamente si potrebbe usare questa modalità anche per andare a comprare, per esempio, uno spazzolino da denti prima di andare a dormire a casa della fidanzata 😉

Quando arriva il momento del ritiro basta andare al punto vendita Esselunga dove si è prenotato il “Clicca e vai”.

L’app (a – e da – questo punto indispensabile, mentre fino al passaggio precedente poteva bastare un computer) ci chiede di selezionare la spesa che si sta andando a ritirare, giusto per confermare che è proprio quella anche se avendo già dichiarato l’ora di ritiro, difficilmente potrebbero sorgere degli equivoci.

Quando arriviamo nel parcheggio dedicato – e coperto – ci chiede anche di selezionare la piazzola in cui ci troviamo, in modo che possa arrivare l’addetto con il carrello e la nostra spesa.

Tecnicamente non è necessario neppure scendere dall’auto: l’addetto verifica la nostra carta Fidaty, che trova associata dentro all’app, e ci carica la spesa nel bagagliaio o dove siamo più comodi, dandoci anche eventuali gadget extra quando sono previsti (tipo i Blockedz, finché c’erano).

cliccaevai-esselunga

Nel giro di cinque minuti scarsi siamo pronti a riaccendere il motore per tornare a casa.

Avete provato anche voi il Clicca e vai di Esselunga? Nel confronto con altri servizi simili, se avete avuto modo di farlo, come vi sembra?

Consigliati per te



Iscriviti alla nostra newsletter!

Ricevi gratis, una volta a settimana, offerte e aperture dei centri commerciali!

Informativa sulla privacy