Iscriviti alla nostra Newsletter!

(Privacy)

Ricevi gratis via mail una volta a settimana le migliori offerte »

Shopping nei centri commerciali, domeniche di apertura, aperture straordinarie, outlet, offerte volantino, sottocosto, acquisti online e altri consigli per gli acquisti.

Torna su
Cerca:

Inizio saldi invernali 2018: a Milano, Roma, in Campania o… Ecco dove cominciano prima!

Scritto da il 20 dicembre, 2017 alle 09:05.

Gli amanti del risparmio lo sanno, subito dopo le Feste c’è un appuntamento da segnare col cerchiolino rosso sul calendario: è quello coi saldi invernali, che nel 2018 cominciano un po’ in tutta Italia il 5 gennaio anche se qualche regione anticiperà l’embargo addirittura a martedì 2. Andiamo a vedere il quadro completo!

A “bruciare la concorrenza” questa volta sarà la Basilicata, che ha comunicato la data (appunto) del 2 gennaio 2018 per l’inizio ufficiale dei saldi invernali.

Da lì parte il conto dei canonici – benché non obbligatori – 60 giorni di durata di questa particolare formula di vendita, quindi i saldi in Basilicata termineranno il 1° marzo.

Subito dopo, mercoledì 3 gennaio, toccherà alla Valle d’Aosta inaugurare il periodo dei saldi, mentre in tutte le altre regioni d’Italia (da Milano e la Lombardia a Roma, passando per Napoli e la Campania, Torino, il Veneto, etc.) i saldi invernali cominceranno il 5 gennaio anche se poi si concluderanno in ordine sparso, tra il 18 febbraio come in Liguria e il 2 aprile, Pasquetta, come succederà in Campania. Non aspettiamoci, però, di vederli furoreggiare tanto a lungo…

L’unica eccezione sarà quella della Sicilia, dove i saldi invernali scatteranno il 6 gennaio, in concomitanza con l’Epifania (e le relative aperture straordinarie, che vedremo insieme) per concludersi il 15 marzo.

A ogni modo, ecco il calendario dei saldi invernali 2018 regione per regione:

Abruzzo: 5 gennaio – 5 marzo
Basilicata: 2 gennaio – 1 marzo
Calabria: 5 gennaio – 28 febbraio
Campania: 5 gennaio – 2 aprile
Emilia-Romagna: 5 gennaio – 5 marzo
Friuli-Venezia Giulia: 5 gennaio – 31 marzo
Lazio: 5 gennaio – 28 febbraio
Liguria: 5 gennaio – 18 febbraio
Lombardia: 5 gennaio – 5 marzo
Marche: 5 gennaio – 1 marzo
Molise: 5 gennaio – 5 marzo
Piemonte: 5 gennaio – 28 febbraio
Puglia: 5 gennaio – 28 febbraio
Sardegna: 5 gennaio – 5 marzo
Sicilia: 6 gennaio – 15 marzo
Toscana: 5 gennaio – 5 marzo
Umbria: 5 gennaio – 5 marzo
Val d’Aosta: 3 gennaio – 31 marzo
Veneto: 5 gennaio – 31 marzo

Diversi centri commerciali e outlet village si stanno già preparando per le classiche “notti bianche dei saldi”, approfittando del fatto che il 5 gennaio 2018 sarà un venerdì quindi il primo weekend di saldi coinciderà con la Befana e con gli ultimi sprazzi di vacanze invernali di tanti.

Non sarà quindi raro vedere orari di apertura straordinari già a partire dal 4 gennaio, e per tutti i giorni a seguire, così come è facile immaginare che le aperture dell’Epifania (che prepareremo presto) saranno tantissime, con buona pace di chi tiene a questa festività.

saldi

Qualcuno storcerà il naso, come del resto già succede per le aperture domenicali (che non piacciono a tutti) o per altri episodi ancora più eclatanti come l’apertura a Pasqua di alcuni negozi: emblematico, in questo senso, è stato il caso dell’outlet di Serravalle nel 2017.

Ma i saldi sono al centro delle polemiche soprattutto per un altro motivo: tanti negozi li “bruciano” cominciandoli in anticipo, nonostante alcune leggi regionali (come quella della Lombardia) vietino le vendite promozionali nei 30 giorni che precedono, appunto, l’inizio dei saldi.

Ancora, come spiega bene Milano Today, ci sono punti vendita che aggirano questa norma prevedendo vendite promozionali riservate, per esempio, ai clienti più fedeli, oppure offrendo degli sconti come contropartita a chi accetta di lasciare alcuni dei propri dati personali.

Situazioni come queste, nel tempo, hanno un po’ “svuotato” di interesse i saldi, invernali o estivi che essi siano; il boom degli e-commerce, poi, ha fatto il resto: lì le promozioni ci possono essere praticamente tutto l’anno!

Nonostante questo, nell’immaginario comune i saldi restano ancora una buona occasione per risparmiare, e in effetti talvolta si rivelano tali: con un po’ di fortuna e le attenzioni che abbiamo raccolto in questo approfondimento, gli affari si possono fare!

L’importante è non lasciarsi abbindolare, da sconti troppo alti o da quelli che usano la parola “saldi” in maniera impropria, solo per puntare sul fascino che essa indubbiamente ancora ha: sono saldi solo quelli che vengono fatti su “prodotti di carattere stagionale o di moda”, quindi soprattutto di abbigliamento, che andrebbero incontro a un notevole deprezzamento se non venissero venduti entro un dato periodo.

Insomma, non proprio tutti: teniamolo sempre presente…

Consigliati per te



Iscriviti alla nostra newsletter!

Ricevi gratis, una volta a settimana, offerte e aperture dei centri commerciali!

Informativa sulla privacy